Consulenza antifrode parte 10: analisi della reazione di Manuel Ros arrestato a Dubai e raggiunto da mandato di cattura internazionale.

Manuel Ros, operante a Dubai con la REMAR da settembre 2013, è stato arrestato il 17 marzo 2017 per avere commesso reati finanziari negli Emirati, in carcere le è stato notificato il mandato di cattura internazionale emesso dalle Autorità italiane.

Come ormai sua consuetudine, in questi casi il Ros Manuel agisce in prima fase nel rimborsare i soli creditori che hanno intrapreso azioni legali nei suoi confronti e poi pagando la cauzione. Tornato libero il 25 aprile reagisce con una serie di post sul profilo della Finsor Holding su Facebook.

Queste reazioni del Ros Manuel su uno dei pochi siti rimasti attivi e a sua disposizione evidenziano senza ogni ragionevole dubbio le continue menzogne e i castelli di aziende fittizie con cui lo stesso opera da 3 anni e mezzo negli Emirati Arabi.

Le parole e i fatti esposti evidenziano e provano altresì le costanti e continue operazioni illegali di frode, truffa, insolvenza fraudolenta, appropriazioni indebita, falso documentale, falso ideologico, di autoriciclaggio e riciclaggio di denaro che lo stesso Manuel Ros continua incessantemente a porre in essere ormai da ben oltre 10 anni in ogni parte del mondo dove opera e agisce.